I cookie ci aiutano a fornire in maniera corretta le informazioni di questo sito. Utilizzando le informazione del sito accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

IL TRAVERTINO ROMANO

trevertino romano

L'estrazione si svolge direttamente nelle cave di Tivoli, in Roma.
Le strutture estrattive, industriali e produttive sono di moderna concezione e risultato di impegnativi investimenti allo scopo di ottimizzare l'attività imprenditoriale.

Dal bacino di Tivoli si estrae il travertino che già i Romani conoscevano ed è perciò detto lapis romanus, pietra di Roma, anche se è poi invalso l'uso di denominarlo lapis tiburtinus, pietra di Tivoli, per il fatto che soprattutto a partire dal Rinascimento dalla zona estrattiva denominata Barco, sottratta alle paludi createsi nel Medioevo in assenza di attività, veniva imbarcato tutto il materiale attraverso il vicino corso d'acqua, Anio o Teverone, oggi Aniene, che andava ad immettersi nel fiume di Roma, il Tevere. A partire dal Cinquecento si preferì invece la via di terra.